CIRCOLARE GB SAFETY SRL DEL 19/11/2021

MODIFICA DELL’ART.14 DEL D.LGS 81/08 

La presente per informarvi di recenti aggiornamenti normativi che INASPRISCONO le sanzioni sia personali che in relazione alla conduzione dell’intera azienda, in materia di salute e sicurezza dei lavoratori oltre che per la regolarità degli stessi.

In allegato trovate la Circolare n.3/2021 emessa dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro, che spiega nel dettaglio le novità normative

In particolare con la pubblicazione del DL 146 del 21/10/2021 è stato interamente riscritto l’art.14 del D.Lgs 81/08. Gli aspetti principali affrontati sono:

  • Contrasto al lavoro irregolare (la percentuale di lavoratori non regolari oltre la quale scatta la sospensione delle attività è scesa dal 20% al 10%)

  • Violazioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro: per le violazioni sotto riportate (vedi tabella), ad oggi, è prevista d’ufficio l’IMMEDIATA SOSPENSIONE DELLA ATTIVITA’ PRODUTTIVA oltre che l’irrogazione delle sanzioni aggiuntive riportate sempre nella tabella. Il tutto comunque non esclude eventuali responsabilità penali/civili già previste dalla normativa prevenzionistica.

Si segnala inoltre che la sospensione avrebbe ripercussioni oltre che sulla singola unità produttiva (es.: cantiere interdetto all’operatività) sull’intera azienda in quanto durante il periodo di sospensione è impedito all’impresa di contrattare con la pubblica amministrazione (es.: presentare offerte e altro). A tal fine, come per il passato, il provvedimento di sospensione sarà tempestivamente comunicato all’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), al Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, per gli aspetti di rispettiva competenza, al fine dell’adozione da parte del predetto Ministero del provvedimento interdittivo.

A tale riguardo si ribadisce che, il nuovo art. 14 del D.Lgs 81/08, non richiede più che le violazioni siano reiterate per l’emanazione del provvedimento di sospensione. Sarà quindi sufficiente l’accertamento di una delle violazioni contenute nella tabella a seguire (Allegato I al DL 146/221) per consentire l’adozione del provvedimento.

FATTISPECIE 

IMPORTO SOMMA AGGIUNTIVA 

1 

Mancata elaborazione del documento di valutazione dei rischi 

Euro 2.500 

2 

Mancata elaborazione del Piano di Emergenza ed evacuazione 

Euro 2.500 

3 

Mancata formazione ed addestramento 

Euro 300 per ciascun lavoratore interessato 

4 

Mancata costituzione del servizio di prevenzione e protezione e nomina del relativo responsabile 

Euro 3.000 

5 

Mancata elaborazione piano operativo di sicurezza (POS) 

Euro 2.500 

6 

Mancata fornitura del dispositivo di protezione individuale contro le cadute dall’alto 

Euro 300 per ciascun lavoratore interessato 

7 

Mancanza di protezioni verso il vuoto 

Euro 3.000 

8 

Mancata applicazione delle armature di sostegno, fatte salve 

le prescrizioni desumibili dalla relazione tecnica di consistenza del terreno 

Euro 3.000 

9 

Lavori in prossimità di linee elettriche in assenza di disposizioni organizzative e procedurali idonee a proteggere i lavoratori dai conseguenti rischi 

Euro 3.000 

10 

Presenza di conduttori nudi in tensione in assenza di disposizioni organizzative e procedurali idonee a proteggere i lavoratori dai conseguenti rischi 

Euro 3.000 

11 

Mancanza protezione contro i contatti diretti ed indiretti (impianto di terra, interruttore magnetotermico, interruttore differenziale) 

Euro 3.000 

12 

Omessa vigilanza in ordine alla rimozione o modifica dei dispositivi di sicurezza o di segnalazione o di controllo 

Euro 3.000